Il Progetto

Contesto

L’efficienza energetica ricopre un ruolo fondamentale nel processo di riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030. Il conseguimento di tali riduzioni nel prossimo decennio è essenziale affinché l’Europa diventi il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050 e si concretizzi il Green Deal europeo.
La strategia europea “Renovation Wave” evidenzia come sia indispensabile, per aggiungere questo target, la riqualificazione energetica degli edifici sia residenziali che non, riducendo i consumi e sostituendo le fonti energetiche fossili con quelle rinnovabili. Attualmente il 75% del parco edilizio europeo è composto da edifici inefficienti da un punto di vista energetico e il tasso di rinnovamento attuale (tra lo 0,4% e 1,2%) non è sufficiente per raggiungere gli obiettivi di decarbonazione fissati per il 2050. Per superare questa situazione la strategia italiana prevede che nei prossimi 30 anni 2/3 degli edifici esistenti debbano essere rinnovati. Ciò significa che l’attuale tasso di ristrutturazione dovrà raddoppiare (da 0,85% a 2%) per il periodo 2020-2030 e triplicare per il periodo 2030-2050.

tassi di ristrutturazione

Per supportare questo processo è indispensabile la messa in campo di adeguati strumenti finanziari che incoraggino e consentano la realizzazione degli investimenti in efficienza energetica necessari per raggiungere i suddetti tassi di riqualificazione.

Sfide

La sfida è quella di creare un contesto efficace in cui sia i soggetti pubblici che quelli privati riescano a confrontarsi e individuare iniziative e partner per realizzare progetti di efficienza energetica che possano essere finanziati agevolmente dalle banche e dagli altri investitori.
Diverse questioni devono essere risolte per garantire, in primo luogo, un processo di de-risking degli investimenti in efficienza energetica:

  • Quali sono le principali barriere che attualmente bloccano il potenziale di investimento in efficienza energetica nel settore edilizio e come sono collegate tra loro?
  • Come coinvolgere e razionalizzare il supporto agli stakeholder e come rafforzare la creazione di un rapporto di reciproca fiducia?
  • Qual è la capacità di ogni stakeholder di sostenere lo sviluppo del mercato, e come aiutarli a fornire garanzie di un lavoro di alta qualità nelle ristrutturazioni (profonde)?
  • Come sfruttare e far convergere finanziamenti pubblici e privati per supportare gli investimenti in efficienza energetica?
  • Come aggregare i progetti e aumentare gli investimenti, facendo da ponte tra il settore finanziario e quello dell’efficienza energetica?
  • Come può la politica fornire un contributo dal punto di vista normativo?

Obiettivi

Il progetto GREENROAD – Growing Energy Efficiency Through National Roundtables Addresses – , per rispondere a tali sfide e facilitare lo sbocco degli investimenti in efficienza energetica nel settore immobiliare, mira a:

  • OBIETTIVO 1: istituire delle tavole rotonde nazionali permanenti e dei focus group territoriali per facilitare il dialogo tra i diversi attori e portatori di interessi, nonché i decisori, così da promuovere cambiamenti partendo dai bisogni reali del mercato.
  • OBIETTIVO 2: creare attraverso le tavole rotonde dei consessi che individuino di comune accordo le misure più efficaci e buone pratiche per l’efficienza energetica negli edifici per facilitarne la replicazione.
  • OBIETTIVO 3: migliorare la bancabilità dei progetti di efficienza energetica, attraverso specifiche attività di formazione rivolte ai soggetti coinvolti nel processo di rinnovamento del parco edilizio.
  • OBIETTIVO 4: facilitare lo sviluppo ed il monitoraggio a livello nazionale e locale delle misure di efficienza energetica.

La metodologia

Vista la complessità delle barriere che ostacolano il finanziamento degli interventi di efficienza energetica negli edifici, non esiste un’unica soluzione valida per tutti. E’ quindi fondamentale che sia il lato della domanda che quello dell’offerta dialoghino tra di loro, al fine di individuare le soluzioni più idonee e accessibili. Per venire incontro a questa esigenza GREENROAD usa sia un duplice approccio:

  • TOP-DOWN: Istituzione di tavole rotonde a livello nazionale con stakeholder istituzionali, al fine di consentire una discussione approfondita sugli attuali ostacoli e sulle carenze del mercato, condividere le migliori pratiche e mostrare soluzioni di finanziamento innovative, con l’obiettivo di identificare anche il quadro politico e normativo necessario per sostenere e migliorare la loro efficacia;
  • BOTTOM-UP: Organizzazione di eventi a livello locale coinvolgendo il maggior numero possibile di operatori, investitori, associazioni, enti locali e soggetti istituzionali attivi nel settore dell’efficienza energetica contribuire allo sviluppo delle competenze necessarie a portare avanti azioni di efficienza energetica, ed al contempo analizzare le esigenze locali, ed individuare nuove soluzioni e buone pratiche da replicare.

Impatto

  • Le lezioni apprese e il feedback di attori ed operatori coinvolti saranno utilizzati per elaborare strategie, superare le barriere e adattare/replicare su più ampia scala le “storie di successo”.
  • Sulla base di quanto emerso dalle molteplici attività e analisi svolte nel corso del progetto verrà redatto un documento programmatico contenente raccomandazioni per la progettazione di nuove azioni e misure politiche, così come per la modifica e integrazioni delle politiche esistenti, sia a livello locale che nazionale.
  • Al termine del progetto sarà elaborata una strategia per la creazione ed il funzionamento di un forum permanente ad alta rappresentatività che possa continuare l’attività intrapresa nelle tavole rotonde nazionali e mantenere attivo il dialogo tra stakeholder pubblici e privati sia a livello nazionale che locale.
  • Aumentare gli investimenti in efficienza energetica
  • Migliorare il dialogo tra gli stakeholder pubblici e privati
    e chi finanzia gli investimenti in efficienza energetica
  • Tavole rotonde nazionali
  • Eventi locali
  • Raccomandazioni per strumenti finanziari e nuove misure
    per promuovere l’efficienza energetica
  • Istituzione di un forum permanente
sfide